Studio Bortoli
chinesiologia

COSA E’ LA CHINESIOLOGIA

La chinesiologia (a volte indicata anche come cinesiologia) è una scienza che tratta lo studio del movimento umano in tutte le sue forme.
In italiano la chinesiologia non va confusa con la kinesiologia, che presenta la stessa forma fonetica, ma con una grafia differente. L'etimologia risulta la stessa per entrambe e fa riferimento ai termini greci "kinésis", nel senso di movimento, e "logos", nel senso di studio (con il significato dunque di "studio del movimento"), ma mentre la kinesiologia opera nell'ambito delle discipline terapeutiche alternative, la chinesiologia opera nel campo delle scienze motorie.
La chinesiologia è un' attività che viene normalmente svolta in palestra; oggigiorno si assiste ad una evoluzione della stessa disciplina, in quanto molti professionisti del settore motorio gestiscono o lavorano in studi privati. I campi di applicazione e le potenzialità sono vaste, abbracciando l'indirizzo educativo (educazione fisica nelle scuole, anche per portatori di handicap), preventivo (cinesiterapia posturale, cinesiterapia per la terza età, indicata soprattutto per la degenerazione fisiologica articolare, dell'osteopenia e della sarcopenia, ottimizzazione dei gesti tipici del fitness), formativo e/o conservativo (cinesiterapia per le patologie vertebrali adolescenziali), ricreativo (ginnastica con musica, animazione, giochi, ecc.), sportivo (preparazione ed ottimizzazione del gesto atletico, allenamento specifico, ecc.), rieducativo (recupero funzionale, algie, ecc.).
Ancora oggi la cinesiterapia è associata alla sola ginnastica correttiva, termine questo assolutamente errato nella forma e nella consistenza pratica. Per ginnastica si intende tutta una serie di movimenti codificati o non, il cui valore terapeutico è intrinseco ed indiscusso, ma la sua esecuzione non prescinde né da una valutazione motoria né dal conseguente e successivo ragionamento; caratteristiche proprie della chinesiologia. Ciò condurrà l'operatore chinesiologo, alla scelta del processo specifico adatto per il singolo caso. E da sottolineare l'importanza della chinesiologia nel campo delle attività educative, in quanto la stretta associazione tra maturazione organica ed esperienza motoria, o meglio neuromotoria, crea le condizioni affinché si creino le migliori condizioni per uno sviluppo psicomotorio ottimale nei bambini, potenziandone le risorse.
Anni addietro gli Istituti Superiori di Educazione Fisica (Roma e Napoli tra i primi) promuovevano questo percorso di studi in chinesiologia, percorso di specializzazione triennale i cui fruitori erano i professori in educazione fisica. Successivamente in Italia è stata costituita con atto pubblico nel 1962 la Unione Nazionale Chinesiologi– U.N.C., associazione professionale che ha lo scopo di promuovere, tutelare, vigilare e favorire le attività degli iscritti nella loro professionalità. Ad essa possono aderire oltre ai laureati in Scienze Motorie e ai diplomati I.S.E.F. (Istituto Superiore di Educazione Fisica) anche i soggetti in possesso dei titoli di studio rilasciati dalle ormai cessate Accademie di Educazione Fisica.
IL chinesiologo agisce prevenendo le malattie di tipo cronico degenerativo dell’apparato muscolo-scheletrico, cardio-vascolare e di tutte le patologie che hanno comunque origine o siano peggiorate dalla vita sedentaria.

PREVENZIONE PRIMARIA
Obiettivo della prevenzione primaria è di impedire l'insorgenza di nuovi casi di malattia nelle persone sane (riduzione dell'incidenza).
Un intervento di prevenzione primaria produce una diminuzione del tasso di incidenza, cioè una riduzione del numero di nuovi casi delle malattie verso cui è rivolto, che è tanto maggiore quanto più è efficace l'intervento di prevenzione che è stato svolto.
La prevenzione primaria è rivolta sia alle malattie infettive che a quelle cronico-degenerative.
Per ottenere la riduzione dell'incidenza della malattia nella popolazione occorre ridurre il rischio individuale. Questo può essere ridotto a zero se si riesce ad eliminare definitivamente la causa della malattia o ad impedire che essa agisca sulla popolazione

PREVENZIONE SECONDARIA
Il chinesiologo generalmente non interviene e non può intervenire nella prevenzione secondaria in quanto non essendo medico non può fare diagnosi.
Ha come obiettivo la scoperta e la guarigione dei casi di malattia prima che si manifestino clinicamente.
Di fatto si tratta di effettuare una dignosi precoce, cioè prima che la malattia si manifesti clinicamente avento il vantaggio di poter agire con una terapia precoce che potrà portare con maggiore probabilità alla guarigione definitiva.

PREVENZIONE TERZIARIA
Il chinesiologo può intervenire nella prevenzione terziaria per le competenze che lo riguardano.
La prevenzione terziaria si prefigge di impedire invalidità in persone già ammalate di malattie croniche, e si identifica quindi, in larga misura, con la riabilitazione.
Le tecniche di riabilitazione devono essere messe in atto precocemente per evitare complicanze della malattia principale durante il suo decorso e per ottenere il massimo recupero funzionale dopo che la malattia è guarita o si è stabilizzata, finalizzando il tutto al reinserimento familiare e sociale del malato.
Esempi di riabilitazione: negli infartuati, nei paraplegici

Chi e’ il chinesiologo

L'Unione Nazionale Chinesiologi (U.N.C.) è l'associazione professionale che raggruppa i laureati in Scienze Motorie e i diplomati degli Istituti Superiori di Educazione Fisica.E' stata costituita con atto pubblico nel 1962 e ad essa possono aderire i laureati in scienze motorie e i diplomati I.S.E.F.
Ha lo scopo di promuovere, tutelare, vigilare e favorire le attività degli iscritti nella loro professionalità.Le attività del chinesiologo riguardano il movimento umano razionale attivo ad indirizzo rieducativo (recupero funzionale, algie, ginnastica per scoliosi, dorso curvo, colonna vertebrale, piedi piatti, ecc.), educativo (ed.fisica nelle scuole), preventivo (ginnastica posturale, di mantenimento, terza età, fitness, ecc.), formativo (ginnastica per bambini, giovani, ecc.), ricreativo (ginnastica con musica, animazione, giochi, ecc.), sportivo (preparazione atletica, allenamenti, ecc
L'Unione Nazionale Chinesiologi è:
Membro dell'ICHPER.SD (International Council for Health, Physical Education and Recreation, Sport and Dance), fa parte con un suo rappresentate del Board of Governors di questo organismo internazionale che è, a sua volta riconosciuto dall'U.N.E.S.C.O. ed è membro ufficiale del World Confederation of Organization of Teaching Profession;
Membro della Federazione delle Associazioni per la Certificazione (F.A.C.)
Membro della Consulta delle Associazioni delle professioni non regolamentate del Consiglio Nazionale dell'Economia e del Lavoro (C.N.E.L.)
Ente formatore riconosciuto dal Ministero della Pubblica Istruzione, con decreto del 18 luglio 2005.

Mission
L'Unione, oltre al riconoscimento professionale, seguendo i dettami dello statuto, si propone di:
promuovere la ricerca scientifica e l'aggiornamento culturale dei propri associati nel campo del movimento umano razionale finalizzato, con orientamento preventivo, formativo, ricreativo, sportivo, correttivo e rieducativo;
appoggiare e promuovere le iniziative che recano vantaggio all'affermazione della categoria e della professione.
l'Unione Nazionale Chinesiologi è un'associazione riconosciuta dall'ordinamento giuridico, a livello nazionale, quale esercente le attività previste dallo Statuto vigente, con il perseguimento delle correlative finalità in base all'organizzazione prevista dallo Statuto stesso, e beneficia delle prerogative e del regime giuridico delle associazioni riconosciute.